Home Blog

Tutto quello che c’è da sapere sugli incentivi auto nuove 2022: la guida completa

0
Tutto quello che c'è da sapere sugli incentivi auto nuove 2022: la guida completa

Lunedì 16 maggio è il grande giorno degli incentivi auto 2022, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto, destinato a diventare immediatamente operativo. I contratti stipulati da partire dal 16 maggio – o meglio, dal 17, visto che la pubblicazione del decreto è attesa in serata – saranno validi ai fini del bonus, anche se i concessionari potranno accedere alla piattaforma di prenotazione del Ministero dello Sviluppo economico, gestita da Invitalia, da mercoledì 25 maggio. Ma quali sono i dettagli dei bonus 2022 per l’acquisto di auto nuove? Ve lo spieghiamo nella nostra guida. 

Quali sono le risorse stanziate?

Il decreto siglato dal presidente del Consiglio, Mario Draghi, e supervisionato dal ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, prevede l’allocazione di 650 milioni di euro annui per il 2022, il 2023 e il 2024, per un contributo totale dei quasi due miliardi in tre anni.

Quali sono gli incentivi per le diverse fasce di emissioni?

Entrando nel merito degli incentivi, per le auto elettriche – rientranti nella fascia di emissioni tra 0 e 20 gr/km di CO2 – con un prezzo massimo di 35.000 euro più Iva è possibile richiedere un contributo di 3.000 euro, cui possono essere aggiunti altri 2.000 con la rottamazione di un mezzo fino a Euro 4. Il contributo allocato per questa fascia è di 220 milioni nel 2022, 230 nel 2023 e 245 nel 2024.

Per le ibride PHEV – emissioni tra 21 e 60 g/km di CO2 – con prezzo fino a 45.000 euro più Iva, il bonus è di 2.000 euro più altri 2.000 euro in caso di rottamazione. Per questa categoria sono stati accantonati 225 milioni nel 2022, 235 nel 2023 e 245 nel 2024.

La fascia per le endotermiche con emissioni tra 61 e 135 g/km di CO2 con prezzo fino a 35.000 più Iva è previsto un contributo da 2.000 euro, solo con rottamazione. Per questa categoria sono previsti 170 milioni nel 2022, 150 nel 2023 e 120 nel 2024.

Gli incentivi sono destinati anche a persone giuridiche?

Gli incentivi sono previsti solo per le persone fisiche. Unica eccezione sono le società di car sharing, cui è riservata una piccola percentuale dei fondi per l’acquisto di veicoli elettrici e PHEV.

Non lo è per accedere ai bonus da 3.000 e 2.000 euro, rispettivamente, per elettriche e PHEV. Lo è, invece, per le endotermiche. Quanto alla tipologia di vettura, per accedere ai bonus con rottamazione è necessario possedere un’auto di una classe precedente a Euro 5di cui si ha la proprietà da più di un anno. La vettura da rottamare può essere intestata alla persona fisica che l’acquista o a un familiare convivente. Per sapere a quale classe appartiene il proprio veicolo, vi rimandiamo al portale dell’automobilista.

Fonte: Automoto.it – News

Formula 1, Leclerc: “Pensavo di poter superare Verstappen”

0

Ai microfoni di Sky Sport F1Charles Leclerc ha analizzato un Gran Premio di Miami nel quale come nella Sprint di Imola è stato condizionato dal graining che l’ha costretto a cedere la prima posizione a Max Verstappen nel quattordicesimo giro.

“A livello fisico è stata gara difficile. Abbiamo faticato parecchio con le gomme medie, specialmente nel primo stint. Sono stato rimontato e questo ci ha reso la gara più difficile. Dobbiamo analizzare questo problema per migliorarci. Red Bull stanno andando molto forte in gara, noi dobbiamo rientrare su di loro Ma è stato divertente. Con le hard invece siamo stati molto competitivi”.

Il pilota della Ferrari continua dichiarando che quando è entrata in pista la safety car, pensava di poter riconquistare la leadership della gara. “Alla fine pensavo di poter superare Max, ma oggi avevano un vantaggio nel passo. Forse si poteva fare qualcosa in più ai box nella safety-car, dobbiamo analizzare anche questo” Ma è stato divertente”.

Leclerc si augura che la Ferrari con gli aggiornamenti previsti a Barcellona, risponda ai progressi che la Red Bull ha fatto da Imola. “Spero anche io di vedere altre lotte. Dobbiamo concentrarci sullo sviluppo, sarà importante da qui a fine anno. Speriamo di poter crescere dalla prossima gara in avanti”

Fonte: Automoto.it – News

I gadget Tesla, dal mouse alle barche: quando il design è virale

0

Uno dei punti di forza di Tesla, tra le tante cose, non risiede nella vettura in sé ma nel marchio, vero faro del marketing all’interno di un mondo ancora in crescita come quello delle vetture elettriche. È normale quindi vedere comparire oggetti creati dai fan che ricalcano le forme del brand proponendo accessori di qualunque tipo: scopriamone insieme alcuni.

Zaino Rigido a forma di Cybertruck

Il prodotto ha una pagina ufficiale, cyberbackpack.com, ed è nient’altro che uno zaino ricco di funzioni, molto simile al Cybertruck, l’auto indistruttibile di Tesla. Non si tratta ovviamente di un prodotto ufficiale, ma chi è innamorato delle forme squadrate della vettura amerà sicuramente questo zaino capace di contenere un portatile da 17,3 pollici di schermo, proponendo una resistenza agli urti senza precedenti. Il prezzo di questo gadget è di 349 dollari, ma i primi 300 acquirenti hanno potuto metterci le mani sopra a soli 199 dollari.

Cybermouse

Creato da Satechi, questo Cybermouse per PC è un Cybertruck in miniatura, capace però solo di muovere il cursore del vostro PC. Soprattutto, è un pesce d’aprile che ha fregato molti fan vista la ricercatezza dei prodotti del brand in questione. E poi avere un mouse a prova di proiettili dovrebbe essere il sogno di qualunque persona.

Non esisterà in commercio visto che dai LEGO Ideas l’azienda l’ha scartato, ma il modello Cybertruck fatto in mattoncini è stato ideato da BrickinNick, utente che ha ricevuto 10.000 supporters nel suo progetto che potete vedere sulla pagina ufficiale. L’idea è geniale, e il progetto è ben fatto: nel caso foste appassionati, sicuramente potreste recuperare i mattoncini e costruire la vostra Tesla Cybertruck in miniatura.

Fonte: Automoto.it

Migliori scooter 400 2022, i modelli da scegliere sul mercato

0

Perfetti per il tragitto casa-lavoro e anche per qualche gita fuori porta, ecco i migliori scooter 400 2022 da scegliere sul mercato.

migliori scooter 400 2022 sono i preferiti dagli appassionati delle due ruote: a certificarlo sono i dati di mercato che vedono questo tipo di due ruote. I motivi sono semplici: il prezzo d’acquisto è quasi sempre inferiore ai maxiscooter, rispetto agli scooter 125 possono entrare in autostrada e di fronte ai “cugini” 300 offrono prestazioni leggermente superiori.

  • BMW C 400 X
  • Suzuki Burgman 400
  • Yahama Xmax 400
  • Kymco Xciting 400
  • Sym Maxsym 400
  • Piaggio Beverly 400

Ecco quindi perchè i migliori scooter 400 2022 stanno diventando piano piano i preferiti dai motociclisti. Ognuno, però, ha i suoi punti di forza: c’è chi punta sulla sportività, chi sulla comodità e chi sul prezzo. Ecco, quindi, una rapida guida sui migliori scooter 400 da scegliere sul mercato.

Fonte: Allaguida

Mercedes classe T, il compatto premium per la famiglia e il tempo libero

0
Mercedes classe T, il compatto premium per la famiglia e il tempo libero

Mercedes-Benz amplia la gamma di modelli per famiglie e per gli amanti delle attività nel tempo libero introducendo sul mercato il classe T. Un Van multispazio sviluppato in collaborazione con Renault. Mercedes Classe T risulta compatto e con cinque sedili è lunga 4.498 mm, larga 1.859 mm e alta 1.811 mm.

Verrà però presto realizzato anche un modello con passo lungo e fino a sette posti a sedere. Il bordo di carico ribassato di soli 561 mm semplifica il carico di oggetti pesanti.

Porte scorrevoli ad ampia apertura su entrambi i lati del veicolo consentono di accedere comodamente al vano posteriore. I bambini possono così salire e scendere in modo rapido e sicuro anche dove le strade sono strette e gli spazi di parcheggio minimi. E il carico può essere effettuato in modo flessibile da tre lati, portellone posteriore incluso.

Due le versioni di equipaggiamento. La Style sinonimo di design raffinato con un tocco dinamico e la Progressive, che punta invece ancora di più su eleganza ed equipaggiamento raffinato.

L’equipaggiamento di serie di Mercedes Classe T comprende il sistema di infotainment MBUX con touchscreen da 7″ e integrazione per smartphone, volante multifunzione con pulsanti Touch Control, climatizzatore, KEYLESS Start, strumentazione con grande display a colori da 5,5″, sedile lato guida regolabile in altezza, un cassetto portaoggetti con chiusura, una copertura del vano di carico, nonché tasche negli schienali dei sedili anteriori.

A ciò si aggiungono l’illuminazione dell’abitacolo con tecnologia LED e, in funzione dell’equipaggiamento, l’illuminazione di atmosfera con massimo otto tonalità di colore (Style Line e Progressive Line).

La Classe T dispone inoltre di serie del sistema di infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience). Tra i suoi punti i forza vi sono software con teach-in, display ad alta risoluzione, integrazione per smartphone di Apple Car Play e Android Auto, impianto vivavoce con connessione Bluetooth e la radio digitale (DAB e DAB+).

Ugualmente all’avanguardia sono il sistema di comando intuitivo tramite touchscreen da 7″, pulsanti Touch Control sul volante o, in abbinamento al pacchetto di navigazione opzionale, tramite assistente vocale “Hey Mercedes”, in grado di comprendere anche il linguaggio colloquiale: l’utente non ha più bisogno di imparare formulazioni predefinite.

Numerosi sistemi di assistenza alla guida e sette airbag di serie

Oltre alla segnalazione di riduzione della pressione pneumatici e al sistema di chiamata di emergenza Mercedes‑Benz, di serie, a bordo, sono previsti numerosi sistemi di assistenza alla guida.

Tra questi vi sono il sistema di assistenza alla partenza in salita, il sistema di assistenza in presenza di vento laterale, l’ATTENTION ASSIST, il sistema di assistenza alla frenata attiva con funzione di assistenza agli incroci, il sistema antisbandamento attivo, il Blind Spot Assist e il sistema di rilevamento automatico del limite di velocità.

A richiesta è disponibile il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida, che include anche il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza DISTRONIC (disponibile anche come opzione singola) e il sistema di assistenza allo sterzo attivo.

A maggior comfort e sicurezza in entrata e uscita dal parcheggio provvedono, a richiesta, il sistema di assistenza al parcheggio attivo PARKTRONIC e la telecamera per la retromarcia assistita.

In combinazione con il giunto di accoppiamento del rimorchio opzionale, la Classe T dispone anche del sistema di stabilizzazione del rimorchio. All’alto livello di sicurezza contribuiscono inoltre i fari LED High Performance opzionali (di serie per la linea Progressive).

Fonte: Allaguida

La Bugatti Chiron a 417 km/h sull’autobahn: tutto regolare

0

Qualche tempo fa il governo tedesco sembrava intenzionato a introdurre un limite generale di velocità sulle proprie autostrade, cosa che per il momento non è avvenuta. Quindi c’è ancora spazio per record come questo del luglio 2021, dove una Bugatti Chiron ha toccato i 417 km/h su un lungo tratto rettilineo di 10 km a 3 corsie.

Il video dell’impresa ha fatto il giro del mondo, e ovviamente attirato l’attenzione della Polizia che ha avviato un procedimento. Il 25 aprile 2022, due giorni fa, l’Ufficio del Pubblico Ministero di Stendal, in Sassonia, ha riferito che non ci sono gli estremi per procedere ad una denuncia.

In sostanza è stato riconosciuto che, visto che non c’era alcun limite di velocità nel tratto fra Hannover e Berlino, che l’auto era adeguata alla prestazione e che il guidatore era nel pieno controllo del veicolo e di se stesso, non è stato creato alcun pericolo alla circolazione.

Nel video si vedono altri veicoli procedere nello stesso senso: se vi sembrano fermi è perché la Chiron li supera a circa 300 km/h. Per la cronaca, l’estemporaneo test si è svolto:

  • domenica mattina molto presto, poco prima delle 5:00
  • ottima visibilità di 3-4 km
  • nei 10 km del tratto sono state superate solo 10 auto, tutte nella corsia di destra
  • davanti alla Bugatti c’era un’auto “apripista” per controllare eventuali ostacoli
  • sui ponti che attraversano l’autostrada c’erano 3 “sentinelle” per segnalare le eventuali auto della Polizia

Fonte: Automoto.it – News

Formula 1, Leclerc: “Sono deluso per la Ferrari e i tifosi”

0

Ai microfoni di Sky Sport F1Charles Leclerc ha chiesto scusa alla Ferrari per l’errore che l’ha fatto finire a muro nel 54° giro per cercare di superare Sergio Perez, e costretto alla rimonta nel finale per cercare di limitare i danni.

“Sì è stato un mio errore. Avevo sempre guidato bene, fin dal primo GP. Oggi ho guidato bene fino a un errore che mi è costato 7 punti. Il podio era alla portata. Erano punti importanti per il campionato. E’ colpa mia, non ci sono scuse. Ho visto la possibilità di passare Perez a fondo rettilineo, ma sono andato troppo veloce e ho perso la macchina. Sono deluso per il team, per i tifosi. Mi spiace per Carlos, che è stato sfortunato”.

Il leader del mondiale prosegue dichiarando che sia sul bagnato che sull’asciutto la Red Bull sia stata superiore alla Ferrari. “Abbiamo faticato con le intermedie e le slick rispetto alla Red Bull, era più veloce uscendo dai box. Loro hanno fatto uno step in avanti, noi abbiamo faticato nella gestione gomme”.

Proprio questa prova di forza del Team di Milton Keynes preoccupa Leclerc, che chiede alla Ferrari di reagire immediamente già a Miami.  “Dobbiamo migliorare, la stagione è comunque ancora lunga. La Red Bull è un team molto forte, dobbiamo rimanere sul pezzo perchè andranno molto forte”.

Fonte: Automoto.it

Formula 1: Carlos Sainz e la Ferrari rinnovano fino al 2024

0
Formula 1: Carlos Sainz e la Ferrari rinnovano fino al 2024

La storia tra Carlos Sainz e la Ferrari è destinata a continuare: lo spagnolo ha siglato il rinnovo del contratto che lo lega alla Rossa fino al 2024. “Sono molto felice di aver rinnovato il contratto con la Scuderia Ferrari – commenta Sainz -. Ho sempre detto che in Formula 1 non esiste una squadra migliore per la quale correre e dopo oltre un anno con il team posso dire che questa esperienza è andata anche oltre le mie aspettative. Indossare la divisa rossa e rappresentare la Scuderia è un grande onore per me e sono orgoglioso di continuare questa avventura insieme. La mia prima stagione a Maranello è stata solida e costruttiva, siamo cresciuti insieme a tutto il gruppo e i risultati del lavoro fatto si stanno vedendo in questo inizio di stagione”.

“Il rinnovo conferma la piena fiducia che la squadra ripone in me e mi regala una motivazione aggiuntiva per dare il meglio. Non vedo l’ora di salire in macchina per dare tutto me stesso alla Ferrari e regalare tante soddisfazioni ai suoi tifosi. Quando sono arrivato a Maranello l’obiettivo era riportare la squadra in lotta per la vittoria e in lizza per entrambi i campionati. Quest’anno la F1-75 è una vettura competitiva che ci può permette di inseguire questi obiettivi”, conclude Sainz.

“Ho detto più volte che sono convinto di avere la miglior coppia di piloti della Formula 1, per cui riconfermare la nostra fiducia in Carlos prolungando il suo contratto in nome della stabilità e continuità ci è parso un passo sempre più naturale gara dopo gara – commenta il team principal della Ferrari, Mattia Binotto -. Nel percorso fin qui compiuto in seno alla Scuderia, Carlos ha dato prova di essere il talento che abbiamo sempre pensato, capace di portare a casa risultati importanti e di sfruttare al massimo tutte le occasioni”.

Fonte: Automoto.it – News

Orari TV Formula 1 GP Emilia-Romagna 2022 diretta Sky e TV8

0

La Formula 1 si prepara a vivere una grande festa italiana. A Imola, questo weekend, andrà in scena il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna, il primo con il format della sprint qualifying. E a differenza delle ultime due edizioni, organizzate per via della situazione pandemica, l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari oggi si fregia di un posto fisso in calendario ottenuto grazie all’ottima impressione suscitata sui piloti e sugli addetti ai lavori cogliendo al meglio la chance data dalla profonda metamorfosi dell’agenda della F1 dovuta al COVID-19. Ma c’è un’altra, graditissima differenza rispetto a 2020 e 2021: la presenza del pubblico in pista. 

Sarà una vera e propria invasione Rossa, visto che una Ferrari finalmente vincente con merito ha scatenato la corsa all’acquisto dei biglietti, andati ben presto esauriti. Dopo tre gare all’insegna della competitività, è chiaro che la F1-75 è una monoposto di ottimo livello. E vetture di questo tipo lo sono su tutte le piste, a prescindere dalle caratteristiche del tracciato. Sul tecnico circuito costruito sulle rive del Santerno, Charles Leclerc e Carlos Sainz potranno indubbiamente dire la loro, forti di una monoposto aerodinamicamente e telaisticamente efficace e dotata di un motore che non ha nulla da invidiare alla concorrenza. Anzi. 

Se la Ferrari è sia performante che affidabile, non si può dire lo stesso di Mercedes e Red Bull. La prima, azzoppata dal porpoising, si è trovata nella condizione di doverlo peggiorare per capirne finalmente le cause. La seconda, invece, può contare su una monoposto competitiva, ma di cristallo. Una percentuale del 50% di ritiri nelle prime tre gare dell’anno non depone a favore delle speranze mondiali di Max Verstappen, ma il campionato è lungo. La Rossa, però, arriva nella sua corsa di casa da prima forza del campionato. E i tifosi si stanno già pregustando un sapore che non assaggiano da parecchio. Chi non potrà seguire il GP dal vivo, potrà farlo in diretta in TV, visto che la gara sarà trasmessa in chiaro da TV8. 

La sfida a Imola si giocherà su 63 giri, da inanellare all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari, della lunghezza di 4,909 km. Il record della pista, 1’15″484, è stato colto nel 2020 da Lewis Hamilton su Mercedes W11.

Ecco gli orari per seguire il weekend di gara in Italia:

Venerdì 22 aprile:
Prove libere 1: 13:30-14:30 – diretta su Sky SportF1 HD
Qualifiche: 17:00-18:00 – diretta su Sky SportF1 HD

Sabato 23 aprile:
Prove libere 2: 12:30-13:30 – diretta su Sky SportF1 HD
Qualifiche sprint: 16:30-17:30 – diretta su Sky SportF1 HD e TV8

Domenica 24 aprile:
Gran Premio: ore 15:00 – diretta su Sky SportF1 HD e TV8

Fonte: Automoto.it – News

Riparazioni auto green: come funziona l’economia circolare

0

Oggi il tema dell’ecologia è assolutamente fondamentale e centrale in ogni tipo di attività economica. Si parla molto di auto elettriche e a basse emissioni di CO2, ma si considera poco il tema dei ricambi auto usati. Ecco come funziona e come accedervi.

Quando scade la garanzia del costruttore sull’automobile, tutte le spese gravano sul proprietario, spesso con costi molto alti. Può infatti capitare che una singola componente elettronica o meccanica possa guastare l’intero impianto, fermando irrimediabilmente l’auto. In caso ciò avvenga non c’è da disperarsi, è sempre possibile acquistare un pezzo di ricambio usato. Ma dove trovarli? E soprattutto: dove trovare quelli di ottima qualità? La questione non è da poco: un pezzo di ricambio non funzionale potrebbe guastarsi poco tempo dopo, riproponendo il problema iniziale.

Qui entra in gioco l’economia circolare e il riciclo di pezzi di ricambio. Vediamo, quindi, quali sono i vantaggi dell’acquisto di usato garantito.

Fonte: Allaguida

Articoli recenti