Tesla, capitalizzazione da record: vale più di Volkswagen

0
755

Vale infatti a Wall Street circa 100 miliardi, ovvero più di Volkswagen che si aggira sui 90 miliardi ed ha già superato il mese scorso le connazionali Ford e General Motors messe insieme. Tutto ciò, nonostante ad oggi Tesla venda 30 volte in meno di Volkswagen. Inarrivabile ancora la Casa di Nagoya, che ha una capitalizzazione di oltre 200 miliardi.

Ad elettrizzare i mercato nei confronti dell’azienda di Elon Musk, una diffusa fiducia sul futuro dell’auto elettrica, la prossima apertura di stabilimenti in Cina e Germania, l’annuncio dei nuovi modelli come il Cybertruck e la Model Y, l’utile a sorpresa registrato nel terzoo trimestre 2019 e, più di recente, la previsione al rialzo delle quotazioni di alcune banche d’affari, che prevedono che i titoli di Tesla possano arrivare anche a 900 dollari.

Dell’exploit delle azioni Tesla, che nel giro di sei mesi hanno più che triplicato il loro valore (solo lo scorso giugno aveva toccato il minimo di periodo di 180 dollari), beneficerà soprattutto Elon Musk.

Nel piano di remunerazione dell’azienda c’è infatti una clausola che gli riconosce un premio fino a 346 milioni di dollari in azioni se la capitalizzazione di mercato di Tesla rimane superiore ai 100 miliardi di dollari in un periodo da uno a sei mesi. Intanto gli occhi degli investitori sono puntati sul 29 gennaio, quando saranno diffusi i risultati del 2019.

Fonte: Automoto.it