Mobilize, il noleggio secondo Renault

0
1429
Mobilize, il noleggio secondo Renault
Mobilize, il noleggio secondo Renault

Non solo Renault, Dacia-Lada ed Alpine: nel portafoglio del Gruppo francese c’è spazio anche per Mobilize, nuova business unit che all’interno dell’articolato piano presentato da Luca De Meo è destinata a soddisfare le sempre maggiori richieste dell’utenza in fatto di mobilità urbana, condivisa e sostenibile.

Con un richiamo (non sappiamo quanto involontario…) al progetto Mobiliz proposto una decina d’anni fa da Carlos Ghosn, Mobilize si rivolge a privati ed aziende, puntando a soluzioni di mobilità alternativa a forte vocazione elettrica, partendo dal prototipo EZ-1, che sull’esperienza del Twizy punta ad offrire soluzioni di trasporto per due persone in ambito urbano, sfruttando la pratica del noleggio e della condivisione dei veicoli.

L’offerta Mobilize sarà comunque articolata e comprenderà ovviamente anche altri modelli elettrici della Casa francese, a partire dalla best seller Zoe e senza dimenticare la “reicarnazione“ della Renault 5, in modalità full electric.

«Siamo entusiasti di andare incontro ai nuovi trend nel mondo automotive – afferma Clotilde Delbos, ceo di Mobilize – che portano dalla proprietà all’uso dei veicoli, quando e dove se ne ha bisogno. Oltre all’auto, Mobilize offrirà al pubblico europeo una vasta gamma di servizi innovativi nel campo della mobilità, dell’energia e dei dati. II nostro obiettivo è massimizzare l’uso dell’auto grazie a viaggi più sostenibili e accessibili per le persone e per le merci, riducendo l’impatto ambientale».

Per le sue attività, Mobilize utilizzerà le sinergie interne al Gruppo, attingendo ad importanti risorse, come la software house République per la telematica di bordo, Re-factory per la manutenzione e il riciclaggio di vetture e batterie usate, Elexent per il sistema di ricarica e pagamento dei servizi, oltre ad innovative modalità finanziarie, come soluzioni pay-as-you-go, di RCI Bank and Services, specifiche per lo sviluppo della mobilità urbana del prossimo futuro.

Fonte:Automoto.it