Supercharger, in Olanda il costo per le auto non Tesla è di 0,59 euro/kWh

0
260

Tesla in Olanda ha mosso il primo passo per l’apertura dei Supercharger anche a chi non possiede una vettura della casa di Palo Alto. In dieci stazioni nei Paesi Bassi è stato avviato il progetto pilota che valuterà i tempi di accesso e gli accessi ai punti di ricarica, in modo tale da raccogliere dati utili – e i pareri degli utenti – in vista dell’apertura a livello globale della rete Supercharger. Ma come si dovranno muovere gli automobilisti proprietari di vetture elettriche che non siano Tesla? La procedura è molto semplice: sarà sufficiente scaricare sul proprio smartphone l’applicazione Tesla e usarla come interfaccia. Al momento, però, l’accesso sarà limitato solo ai cittadini olandesi. 

L’ampliamento delle stazioni Supercharger fruibili da tutti gli automobilisti sarà determinato in base ai dati raccolti dalle prime stazioni. L’esperienza del progetto pilota aiuterà a comprendere meglio i requisiti necessari affinché un punto di ricarica sia accessibile a tutti. La scelta di Tesla di aprire l’accesso ai Supercharger si inserisce in una strategia duplice: da un lato, consentirà a Tesla di incrementare i guadagni. Dall’altro, contribuirebbe all’accelerazione della diffusione dei Supercharger al mondo, e, di conseguenza, al consolidamento del ruolo di Tesla come leader nelle infrastrutture.

Ma quanto costa il servizio di ricarica per le vetture non a marchio Tesla? I proprietari di auto prodotte dalla casa di Palo Alto avranno accesso ai Supercharger a condizioni agevolate. Per gli altri, invece, sono previste tariffe che includono i costi aggiuntivi necessari per apportare le modifiche ai punti di ricarica indispensabili per renderli fruibili dal maggior numero possibile di veicoli. Secondo le testimonianze dei primi YouTuber che hanno provato il servizio, il costo della ricarica per gli altri automobilisti dovrebbe ammontare a 0,59 euro/kWh. Gli utenti non Tesla, però, potranno sottoscrivere un abbonamento mensile al costo di 13 euro, accedendo così a prezzi inferiori.

Fonte: Automoto.it