226 anni di glorie motoristiche Alfa e Lancia messe insieme

0
362

Tutti, gli appassionati di auto italiani che credono nei marchi nostrani, non vedono l’ora di gratificarsi per i risultati di Alfa e Lancia nella loro nuova era. Due marchi top, tra quelli su cui può puntare Stellantis, a livello globale volendo.

A oggi però, i numeri ci dicono qualcosa di poco edificante, per il glorioso passato e il valore tricolore in Europa. Sapete quelli che sminuiscono la Seat, dicendo “si sono un marchio da manco 300mila auto l’anno…”? Ecco, il brand sportivo Cupra, giovane e nato da una costola di Seat, da solo, nel 2021 ha venduto più auto di Alfa e Lancia messe insieme. 73.000 le Cupra vendute in Europa, contro le 70.400 di Stellantis sommando Alfa Romeo e Lancia.

Banale vederne il perché: Cupra ha Leon, anche wagon, Ateca e pure Formentor, tre modelli di segmenti diversi e non estremi, dimensionalmente. Da poco si aggiunge l’elettrica Born. Alfa invece ha solo due modelli segmento D, Lancia la segmento B.

A vedere bene, le Cupra non è che siano auto per tutti, costano parecchi soldi più delle cugine spagnole Seat, eppure in pochissimi anni si sono ricavate uno spazio. Alfa e Lancia hanno un passato con la P maiuscola, ineguagliabile anche con la fantasia, per chi nasce oggi nel settore. Eppure i volumi sono questi in virtù del mercato e della proposta commerciale.

Se si fanno dei prezzi medi per la gamma, come dicevamo prima, Cupra al terzo anno si permette di vendere auto che almeno in Spagna sono mediamente più costose di Alfa e Lancia per ben 14.100 euro (sul totale).

Numeri da applauso o da critica, secondo da dove si osservi, ma che per chi non ha sinora toccato una Cupra e conosce i miti Alfa e Lancia, fanno riflettere molto.

Fonte: Automoto.it