Come va davvero il mercato auto, in Russia: -30% (o forse -50%)

0
713

Le ultime stime, locali, del mercato auto russo parlano di un calo del 28% almeno, ma potenzialmente anche -50%. Le più vendute restano le estere assemblate in Russia, solo il 16% viene importato.

Tutti da noi vedono la crisi del mercato auto con le ripercussioni della guerra in corso, ma in Russia, fulcro di molti avvenimenti del 2022, come procede? Secondo le ultime stime le vendite di auto in Russia diminuiranno del 28%, nel corso dell’anno. Questo senza contare quanto accada nei veicoli commerciali e basandosi su studi della nuova Trust Technologies (ex PwC in Russia procede a lavorare con nuovo nome).

Questa stima, comunque peggiore di quella che abbiamo noi in Italia o altri Paesi d’Europa, è basata sulla situazione macroeconomica e contando delle misure di sostegno statale. In uno scenario pessimistico invece, con maggiore influenza delle sanzioni verso la Russia e un peggioramento economico, si avrebbe nel Paese una massiccia uscita di aziende e cessazione attività, con calo delle importazioni e altre complicazioni. A quel punto anche la stima andrebbe a toccare il pesantissimo -50%.

Tradotto in numeri, nell’ipotesi ottimistica, le vendite auto in Russia che avevano un volume “normale” di 1,52 milioni, caleranno almeno di mezzo milione. Includendo circa 225.000 auto di marchi russi, 685.000 auto di marchi esteri (63%) ma assemblate in Russia e solo 175.000 auto importate.

Fonte: Automoto.it